Stampa questa pagina

Conferenza sui cianobatteri

Giovedì, 19 Aprile 2018

Giovedì 19 aprile il dottor Paolo Paliaga e la dottoranda Andrea Budiša, ricercatori dell’Istituto di biologia marina Ruđer Bosković di Rovigno hanno presentato alle classi 1°, 2° e 3° liceo generale e 1° perito economico la conferenza dal titolo “I cianobatteri: dalle origini della vita alle loro applicazioni biotecnologiche”.

La parte introduttiva della relazione ha spiegato agli alunni “ l’identità e l’importanza storica” di questi microrganismi.

I cianobatteri sono definiti anche alghe blu verdi in quanto contengono il pigmento clorofilla e sono in grado, perciò, di svolgere la reazione della fotosintesi come le piante. Si trovano frequentemente in natura nei corsi d’acqua e nel suolo e sono importanti dal punto di vista ecologico per la loro capacità di produrre ossigeno e di fissare l’azoto atmosferico, come “fertilizzanti naturali”. In base alle loro caratteristiche metaboliche questi microrganismi hanno anche svolto un ruolo fondamentale nella storia del nostro pianeta Terra: sono state presumibilmente le prime cellule fotosintetiche a colonizzare gli ambienti primordiali circa 3 miliardi di anni fa e a favorire l’accumulo di ossigeno, cambiando la composizione chimica dell’atmosfera di allora. Inoltre, secondo l’ipotesi endosimbiontica avrebbero dato origine alla “moderna” cellula eucariotica fotosintetica.

L’interesse delle classi partecipanti è stato poi convogliato verso i possibili ambiti applicativi dei cianobatteri, per esempio l’uso alimentare e la soluzione di tematiche ambientali, alcune delle quali oggetto di studio e ricerca dello stesso Istituto di biologia marina di Rovigno.

La conferenza ha assunto anche, a mio personale giudizio, un significato particolare in quanto si è svolta in data prossima alla celebrazione della Giornata mondiale del Pianeta Terra. La mia speranza è che ciò abbia rappresentato per gli alunni una ulteriore opportunità per lo sviluppo della coscienza ecologica, rivolta alla conservazione della natura attraverso uno sviluppo sostenibile per l’ambiente e per tutte le specie viventi, piccole o grandi che siano.

Lorena Pogliani