G. Carducci 20, 52210 Rovinj-Rovigno - Tel.: +385/52/813-277 - E-mail: smsir@pu.t-com.hr

Venerdì, 25 Giugno 2021 14:27

Ultimo giorno di scuola all’insegna dell’ecologia: Tutela della specie protetta di dattero bianco, Pholas dactylus (L. 1758), e salvaguardia del suo habitat Featured

Il dattero bianco, Pholas dactylus, un tempo era molto diffuso lungo le coste dell’Adriatico orientale e occidentale, ma la tendenza delle popolazioni di questa specie è in diminuzione costante, dovuta alla pressione antropica, all’utilizzo come alimento ed esca, e all’inquinamento, tanto da essere considerata dall’IUCN specie vulnerabile, protetta dalla Convenzione di Berna (1979) e da quella di Barcellona per il Mar Mediterraneo (1995).

Come il ben più noto dattero di mare Lythophaga lythophaga, ha la capacità di erodere vari substrati duri e meno duri, tra cui varie rocce molli come arenaria, argilla, torba e molto raramente legno sommerso, e di penetrare in essi formando dei canali profondi fino a 40-50 cm.

Lungo le coste della Città di Rovigno d’Istria è stato riscontrato solamente nel porticciolo dell’Ospedale Ortopedico “Martin Horvat”, nella zona tra la bassa e l’alta marea, zona intertidale, con un substrato argilloso compatto di colore rosso.

Gli alunni delle classi II e III liceo, I perito economico e III perito alberghiero turistico, dopo aver appreso le caratteristiche salienti della biologia ed ecologia riguardante il mollusco bivalve, sotto la guida del prof. Daniele Suman e il prof. dr. sc Bojan Hamer del Centro per la ricerca marina dell’Istituto Ruđer Bošković, coadiuvati dal prof. Marko Kalčić, hanno rimosso parte della sabbia alloctona, del fango e della ghiaia, che si sono depositati nel cul de sac del porticciolo, con lo scopo di ripristinare l'area di distribuzione originale e offrire alle future larve una maggiore superficie di insediamento. Inoltre, sono stati rimossi tutti i rifiuti plastici dall'habitat interessato della spiaggia attigua.

L'attività descritta riguarda la prima fase di un progetto che prevede una ricerca di due anni, incentrata sul mantenimento attuale della popolazione di dattero bianco e la sua diffusione lungo le nostre coste.

Un sentito grazie va alla Città di Rovinj-Rovigno, al Servizio Comunale S.r.l di Rovigno, in particolare al Direttore Želimir Laginja e al sig. Alen Jašarević, nonché al sig. Marinko Rade, Direttore dell'Ospedale specialistico per l'ortopedia e la riabilitazione „Martin Horvat” di Rovigno, per il supporto incondizionato offerto e la sensibilità dimostrata nei confronti dell'azione ecologica intrapresa.